Schegge del Sapere

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


La sua macchina Bomba

Storia > II Guerra Mondiale > Personaggi: Alan Mathison Turing, l'uomo che aiutò a sconfiggere il nazismo

La Bomba Crittologica funzionava sul principio di "forzatura bruta", era un imponente macchinario, ingombrante e pesante tonnellate, che confrontata ai computer di oggi farebbe impressione per la mole, piuttosto che per la capacità di calcolo.
Ma che permise di decifrare oltre il 70% delle comunicazioni decrittate dalla prima Enigma nazista.
Ma ciò soltanto, come già scritto, sino a quando i tedeschi perfezionarono ulteriormente Enigma, rendendo vani di fatto tutti i tentativi di violarla.
Infatti già dal 1940 la Bomba non ebbe la capacità di decrittare più di circa 180 comunicazioni naziste.
Purtroppo di fatto ne la Polonia, ne Rejewski ed il suo pool, ebbero modo di ottenere dei risultati apprezzabili per i loro sforzi.
La Germania manteneva quindi l'inviolabilità delle proprie comunicazioni segrete, però erano state poste le basi per poter imboccare il percorso che di lì a non molto avrebbe permesso agli Alleati le decrittazioni con pieno successo.
La proverbiale pervicacia britannica, unita ad una appropriata lungimiranza, permise di completare l'opera di decrittazione iniziata dai polacchi meno di una decina d'anni prima.
Il governo inglese attivò tutte le migliori menti analiste e matematiche del tempo, ed a Bletchley Park, una residenza di campagna situata a nordovest di Londra nell'omonimo comune di Bletchley, sito ad una settantina di chilometri da Londra e forse non casualmente vicino ad Oxford e Cambridge, le due più quotate Università britanniche, queste si incontrarono per conto del "Department of Communications" britannico.

Bletchley Park, foto: Matt Crypto

Oxford University, foto: Wiki

Cambridge University, foto: Wiki

Home Page | Attualità | Aziende: prodotti e/o servizi | Storia | Filatelia | Luoghi indimenticabili | Il cane da trifola: ovvero compro & vendo & scambio | In preparazione | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu