Schegge del Sapere

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Marian Rejewski

Storia > II Guerra Mondiale > Personaggi: Alan Mathison Turing, l'uomo che aiutò a sconfiggere il nazismo

Scherbius ebbe la capacità di incrementare l'inviolabilità della macchina sino ad allora disponibile, realizzando una versione più evoluta rispetto alla precedente, applicando degli scambiatori modificati che ne avrebbero protetto la decrittazione in caso di cattura della macchina stessa.
Nel 1926 prima la Marina Tedesca, e quindi nel 1929 anche l'Esercito, e da lì in poi qualsiasi struttura dell'apparato militare nazista, furono dotati di una versione di Enigma ulteriormente modificata nell'inviolabilità.
L'esercito italiano ne adottò alcuni esemplari, ma nelle versioni commerciali, che pur pregevoli in un ambito di sicurezza per comunicazioni aziendali protette, poco poterono fare in un contesto estremo come quello di un conflitto.
Infatti già dal 1931 il frutto di atti spionistici permisero di proporre alla Francia dei documenti per tentare di decrittare il funzionamento della macchina, ma il governo francese con particolare miopia e sottovalutazione dell'opportunità, non ebbe particolare interesse nella documentazione che giudicò troppo complessa per tentare l'azione di decrittazione.
Più lungimiranti furono invece i polacchi, consapevoli che se la Germania avesse dato corso ad una guerra, questa avrebbe avuto inizio in Polonia.
Richiesta ed ottenuta dalla Francia tutta la documentazione disponibile, la Polonia diede fondo a tutte le proprie risorse col fine di riuscire nella decrittazione dei codici di Enigma.
Un pool di intelligenze polacche, capitanate dal matematico Marian Rejewski riuscì nell'intento, almeno fino a che i nazisti introdussero delle ulteriori modifiche nella macchina Enigma tali da vanificare l'operato, fino a quel momento, delle possibilità di decrittazione.
Rejewski ed il suo pool avevano tentato, riuscendovi, di simulare il funzionamento di Enigma inventando una macchina sostanzialmente omologa, che permetteva di tentare codifiche e quindi le successive decrittazioni: era nata la macchina denominata Bomba.

Marian Rejewski, fonte foto: Republic of Poland

La macchina Bomba, fonte foto: Tom Yates

Macchina Bomba, fonte: M.Rejewski's papers

Home Page | Attualità | Aziende: prodotti e/o servizi | Storia | Filatelia | Luoghi indimenticabili | Il cane da trifola: ovvero compro & vendo & scambio | In preparazione | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu