Schegge del Sapere

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


Messerschmitt Me.109

Storia > II Guerra Mondiale > Le streghe della notte

Il Messerschmitt Me.109 fu dotato, nelle sue versioni di maggior successo ed operative in maggioranza, di un propulsore Daimler-Benz a 12 cilindri a V rovesciata, raffreddato a liquido, dotato di iniezione, turbocompressore e superpotenza tramite iniezione d'acqua e metanolo.
Nelle sue varie evoluzioni, la potenza ordinaria fu di circa 1.350 cv, ma arrivò anche a circa 1.800 cv., che in superpotenza potevano essere incrementati anche del 15-35 %, ma solo per brevi periodi per non compromettere irrimediabilmente la meccanica.

Fonte della foto: photobucket.com

Fonte della foto: 456fis.org

Questi eccessi di stress meccanici erano previsti per consentire al pilota particolari prestazioni della propria macchina in quelle condizioni di emergenza in cui sarebbe stato di vitale importanza qualunque aiuto.
Le prestazioni del motore permettevano all'aereo di volare tranquillamente a velocità prossime ai 600 km orari, e nelle ultime versioni, di poterli superare.

Home Page | Attualità | Aziende: prodotti e/o servizi | Storia | Filatelia | Luoghi indimenticabili | Il cane da trifola: ovvero compro & vendo & scambio | In preparazione | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu